Pillola estratta del Disruptive Talks S01E03. Ascolta l’episodio in Audio Podcast.

Profittiamo dell’uscita di questo paper molto recentemente (stessa settimana di pubblicazione) per fare un approfondimento du BitVM.

Cos’è BitVM?

Robin Linus, attraverso il suo recente white paper intitolato “BitVM: Compute Anything on Bitcoin”, ha introdotto un quadro innovativo che consente a Bitcoin di accedere a contratti Turing-completi, preservando al contempo le regole fondamentali di consenso di Bitcoin.

BitVM consentirebbe di introdurre praticamente qualsiasi calcolo arbitrario nell’ecosistema Bitcoin che verrebbe eseguito off-chain. BitVM si presenta come un paradigma computazionale che permette di esprimere contratti Turing-completi su Bitcoin senza la necessità di modificare le regole di consenso della rete. BitVM sarebbe una sorta di estensione che permetterebbe a Bitcoin di effettuare calcoli più sofisticati senza modificarlo a livello di protocollo.

Abbonati alla newsletter per maggiori articoli e approfondimenti:

Come funziona BitVM

Questa impresa sarebbe realizzata eseguendo la logica contrattuale di Bitcoin al di fuori della blockchain principale, mantenendo però la verifica finale sulla rete Bitcoin. Il meccanismo è simile a quello degli ottimistic rollup di Ethereum.

Approfondendo, Linus spiega che il sistema si basa su prove di frode e su un modello di sfida-risposta tra due parti: un “prover” ed un “verifier”. Il prover fa delle affermazioni, mentre il verifier controlla che siano vere, punendo il prover se fa dichiarazioni false.

L’idea chiave è che il calcolo complesso viene prima eseguito e verificato off-chain, ma in caso di disaccordo o comportamento ritenuto sleale, può essere contestato on-chain attivando la verifica formale sulla blockchain Bitcoin. Il meccanismo di verifica finale on-chain è simile a quello degli rollup optimistic di Ethereum.

Bitcoin Taptree
Taptree sulla blockchain di Bitcoin. Fonte: whitepaper BitVM

Le possibilità aperte da BitVM

Attualmente, Bitcoin è limitato principalmente ad operazioni elementari a livello di scripting. Con BitVM, le possibilità di calcolo sembrano ampliarsi notevolmente. Si può immaginare l’esecuzione di giochi come scacchi o poker tramite contratti Bitcoin oppure la creazione di ponti tra BTC e altre blockchain.

Lo stesso Linus prevede un futuro in cui mercati predittivi decentralizzati e nuovi opcode potrebbero emergere grazie a BitVM, espandendo gli usi di Bitcoin.

Tuttavia, non è tutto rose e fiori. Linus ammette alcune limitazioni tecniche, in particolare il fatto che BitVM al momento opera principalmente in un contesto bipartito, richiedendo una grande quantità di calcoli e comunicazioni al di fuori della blockchain.

Il passo successivo, secondo Linus, sarebbe l’implementazione completa di BitVM insieme a Tree++, un avanzato linguaggio di programmazione progettato per Bitcoin che permetterebbe di sfruttare appieno le potenzialità di BitVM.

Critiche e limitazioni

Le reazioni nella comunità Bitcoin sono state contrastanti. Mentre figure di spicco come Eric Wall e Dylan LeClair hanno accolto con favore l’iniziativa, altri, come il contributore di Bitcoin Core Adam Back, hanno invitato alla cautela essendo ancora una proposta preliminare.

Quali sono i dubbi su BitVM? Sebbene la proposta sembri promettente perché permetterebbe di creare programmi più complessi sulla rete Bitcoin senza modificarne il protocollo, ci sono ancora sfide tecniche da affrontare.

Ad esempio la gestione delle enormi quantità di dati generate da BitVM off-chain sarebbe molto onerosa e complessa. Inoltre il sistema al momento funziona solo tra due parti, il che ne limita l’utilità pratica. Saranno necessarie ulteriori ricerche per estenderlo a più partecipanti.

Il mio “two cent

Come sempre, invito alla prudenza e cautela. Apprezzo Bitcoin così com’è: un asset digitale resiliente e decentralizzato. D’altro canto, considero positivamente ogni avanzamento tecnologico che potrebbe consentire a Bitcoin di espandere i suoi casi d’uso senza comprometterne la sicurezza e la decentralizzazione.

Sarà quindi FONDAMENTALE seguire con attenzione le applicazioni che potrebbero essere sviluppate con BitVM, per assicurarsi che non impattino negativamente sulla rete Bitcoin.

Continueremo a monitorare gli sviluppi di BitVM e ad aggiornarvi.


Approfondimenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *