Questa pillola anche disponibile in versione audio podcast nell’episodio S01E05 del Disruptive Talks (Spotify, Apple Podcasts, Deezer, Amazon Music…).

L’evento medico recentemente compiuto dall’NYU Langone Health di New York ha segnato un punto di svolta decisivo nel campo della medicina rigenerativa e trapiantologica. L’intervento a cui si è sottoposto Aaron James, un cittadino americano di professione operaio, rappresenta non solo un’impresa chirurgica per la sua complessità e durata (21 ore), ma anche una pietra miliare per il futuro dei trapianti e del trattamento delle lesioni oculari e facciali. L’esito di tale operazione, anche se il paziente non ha totalmente riccoperato la vista, dimostra un successo nella sopravvivenza del tessuto trapiantato, segno di un’integrazione positiva all’interno dell’organismo ricevente, con un flusso sanguigno attivo fino alla retina.

Questo trapianto va oltre la mera sostituzione fisica dell’occhio, avendo incluso anche la ricostruzione estetica e funzionale di parti del viso quali orbita, naso e labbra, delineando le potenzialità delle tecniche chirurgiche contemporanee nella ricostruzione facciale. L’abilità di ristabilire una connessione nervosa con il cervello, tramite il nervo ottico, sebbene ancora agli albori, apre effettivamente nuove frontiere nel ripristino delle funzioni perdute, non limitandosi agli aspetti meramente estetici o strutturali del trapianto.

Vision du futur et accessibilité des soins

Guardando avanti, ci troviamo di fronte a un duplice percorso: uno tecnologico, l’altro etico-sociale. Mentre procediamo nello sviluppo di terapie sempre più avanzate, dobbiamo parallelamente costruire un futuro in cui l’innovazione è accessibile a tutti, non come un lusso ma come un diritto. Questo evento ci invita a considerare non solo cosa la medicina è in grado di fare, ma anche cosa dovrebbe fare, nel perseguimento di una società più giusta e paritaria.

Abbonati alla newsletter per maggiori articoli e approfondimenti:

Laissez un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *