S01E05: Il NewsTalk – NFT e loyalty, con il caso Starbucks Odyssey

Blockchain
Blockchain
S01E05: Il NewsTalk - NFT e loyalty, con il caso Starbucks Odyssey
Caricamento
/
Estratto del Newstalk dell'episodio S01E05 del podcast "Disruptive Talks": per vedere il programma completo della puntata, visita questa pagina. 
Iscriviti al podcast per non perdere nessun contenuto!

L’avvento dei Non-Fungible Tokens (NFT) ha segnato una svolta significativa nel panorama digitale, sconvolgendo il settore dell’arte, del gioco e ora, il mondo della fedeltà al marchio. L’interesse crescente verso il Web3 e la tecnologia blockchain sta influenzando le strategie di marketing delle aziende, incluse quelle che si stanno movimentando per adottare gli NFT nei loro programmi di loyalty.

L’approccio delle aziende al Web3 e agli NFT

L’integrazione degli NFT nei processi aziendali non è solo una moda passeggera, ma una decisione strategica con obiettivi chiari:

  1. Targeting di una nuova clientela: L’entrata nel mondo degli NFT e del Web3 permette alle aziende di attrarre un segmento di clienti giovane e tecnologicamente informato.
  2. Creazione di una community: La dinamicità e l’esclusività degli NFT angolano perfettamente l’ingaggio degli utenti e la costruzione di comunità legate al brand.
  3. Senso di possesso esclusivo: Gli NFT forniscono ai clienti un legame tangibile con il brand, aumentando il senso di fedeltà.
  4. Insights sui consumatori: Le transazioni blockchain offrono una visibilità senza precedenti sulle abitudini dei consumatori, con dati on-chain facilmente monitorabili, migliorando di fatto la strategia di marketing.

Durante il boom degli NFT del 2021-2022, abbiamo assistito a un interesse massiccio da parte dei brand, particolarmente nel settore fashion, che hanno visto in questa tecnologia una nuova frontiera per l’engagement con i clienti.

Il valore dell’engagement nei Programmi di Loyalty basati su NFT

Il successo dei programmi di loyalty basati su NFT sta nell’abilità di stimolare un engagement profondo che va oltre la mera transazione economica. Attraverso l’uso di questi strumenti digitali le aziende sono in grado di sfruttare nuove leve emotive e di partecipazione che consolidano il rapporto con i propri clienti:

  1. Innovazione nel servizio al cliente: Gli NFT possono essere usati come strumento per offrire ai clienti esperienze personalizzate e privilegiate. Ad esempio, un NFT potrebbe contenere un’esperienza VIP o un accesso esclusivo a eventi speciali, aggiungendo valore al semplice acquisto di beni o servizi.
  2. Gamification: Attraverso l’utilizzo degli NFT, le aziende possono integrare elementi ludici nei loro programmi di loyalty. Questo aspetto di gamification può includere raccolta punti, traguardi e ricompense sotto forma di token unici, accrescendo l’interattività e il divertimento nell’esperienza di acquisto.
  3. Sostenibilità e trasparenza: Gli NFT offrono l’opportunità di mettere in risalto l’impegno aziendale per la sostenibilità. Attraverso l’utilizzo di token che attestano la provenienza etica dei prodotti o il contributo a iniziative sostenibili, le aziende possono dimostrare la loro trasparenza e responsabilità sociale.
  4. Interazione cross-brand: I programmi di loyalty basati su NFT possono permettere una collaborazione più stretta tra diversi brand. Invece di punti loyalty e sconti limitati a un singolo marchio, gli NFT potrebbero essere scambiati o utilizzati in una varietà di reti e piattaforme commerciali, arricchendo l’ecosistema di fidelizzazione e offrendo più valore ai clienti.
  5. Incentivi finanziari: Alcuni NFT offrono la possibilità di guadagni diretti o indiretti, sia attraverso la loro potenziale rivalutazione di mercato, sia tramite token che possono essere spesi o convertiti in altri vantaggi.

Questi elementi contribuiscono a creare programmi di loyalty molto più ricchi e multidimensionali rispetto ai tradizionali sistemi basati su punti. Attraverso gli NFT, le aziende non solo premiano la fedeltà, ma intraprendono un dialogo bidirezionale con i consumatori, ascoltando le loro esigenze e coinvolgendoli attivamente nella vita del marchio. Questa dinamica si traduce in una partecipazione più intensa e, di conseguenza, in una fedeltà più radicata verso l’azienda.

Il caso studio di Starbucks Odyssey

Starbucks, con il suo programma di loyalty già affermato, Starbucks Rewards, ha introdotto Odyssey, una rivoluzionaria estensione del suo programma.

L’Odyssey si svela

Odyssey si propone come un’estensione di Starbucks Rewards dove i partecipanti, previa iscrizione ad una waiting list, possono guadagnare NFT collezionabili partecipando a “journeys”. L’esperienza cliente si arricchisce compiendo attività che spaziano dalla visita virtuale dei negozi fino a giochi interattivi. Al completamento di queste attività si riceve un NFT, basato sulla blockchain di Polygon, che può poi corrispondere a particolari benefit.

L’integrazione fisica dei NFT

Un aspetto particolarmente innovativo è la connessione tra il mondo fisico e quello digitale, esemplificato dalla recente iniziativa di Starbucks che ha spedito a clienti selezionati una carta personalizzata precaricata con 100$, abbinata a un NFT della “The Starbucks Siren Collection”. Questi token digitali erano acquistabili per 100$ e hanno generato un volume impressionante di affari, esauriti in soli 18 minuti su OpenSea.

L’interfaccia di Odyssey

Screen di anteprima mostrano un’interfaccia user-friendly di Starbucks Odyssey, che attualmente rimane inattaccabile senza iscrizione, suggerendo un ambiente digitale attraente e facilmente navigabile.

Analisi e prospettive del modello di Starbucks

L’esperimento di Starbucks con Odyssey porta alla luce numerosi spunti di riflessione:

  • Esperienza utente arricchita: L’esperienza Odyssey cerca di superare le convenzionali interazioni con il cliente, ingaggiando un piano emozionale e di partecipazione attiva.
  • Valorizzazione degli asset di marca: Trasformando i propri token in veri e propri asset del brand, Starbucks promuove la fidelizzazione attraverso l’unicità dell’esperienza.
  • Interoperabilità e future applicazioni: Sebbene sia ancora agli inizi, l’ecosistema di loyalty aperto suggerisce un futuro in cui si potranno fungere punti e NFT tra vari partner commerciali, amplificando ulteriormente il valore della fedeltà.

Al contempo, le iniziative come Odyssey sollevano questioni sul largo impatto di queste tecnologie emergenti, su come si evolveranno nel corso del tempo e su quali saranno le implicazioni a lungo termine per il rapporto tra marchi e consumatori.

In conclusione, Starbucks Odyssey rappresenta non un semplice programma di loyalty, ma una scoperta nell’evoluzione dell’engagement dei clienti del futuro. Il caso di Starbucks offre a altre aziende uno schema replicabile e innovativo, aprendo le porte a nuove strade nel rapporto cliente-brand nello spazio riemergente del Web3.

Vedere il Newstalk S01E05 completo:

Vai direttamente agli altri Newstalk:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *